La paura delle api è comune in tantissime persone, ma quando questa diventa eccessiva ed invalidante allora si trasforma in una vera e propria fobia.

Questa preoccupazione è alimentata spesso nelle persone dal fatto che non sanno che le api sono degli insetti per nulla aggressivi e che attaccano soltanto in difesa del loro alveare o se minacciate e scacciate violentemente.

A differenza di altri insetti dotati di pungiglione, le api muoiono dopo una puntura, motivo in più per cui non hanno molta voglia di farlo!

Ma questa fobia nella maggior parte dei casi non riguarda soltanto le api, ma anche vespe, calabroni e altri tipi di insetti.

Definizione

La melissofobia (o apifobia) è la paura eccessiva, invalidante e persistente nei confronti delle api e di altri insetti simili per caratteristiche e aspetto.

La parola melissofobia deriva dal greco “melissa”, che significa ape, e fobia, derivante dal greco “phobos”, che significa paura; letteralmente “paura delle api“.

Trovarsi a contatto con esse genera nel soggetto una forte ansia, paura sino al terrore e in alcuni casi veri e propri attacchi di panico.

Perché si sviluppa questa fobia

Gli studi sulla melissofobia hanno rilevato 3 fattori principali nello sviluppo di questa forte paura:

* Esperienze negative dirette: ad esempio essere stati morsi da piccoli da qualcuno di questi insetti ed aver sperimentato un forte dolore e un intensa paura.

* la paura “appresa”: se nella nostra famiglia siamo cresciuti con un genitore terrorizzato dalle api che non ha fatto altro che parlarcene in modo negativo, è facile che apprenderemo da loro quella paura. Altri casi possono riguardare l’aver osservato un altra persona venire punta da questi insetti e reagire in modo da spaventarci fortemente.

* Caratteristiche individuali: ognuno di noi è fatto in modo diverso e vive e gestisce la propria ansia in maniera differente, quindi anche I nostri fattori genetici possono predisporci a sviluppare delle fobie.

Sintomi

I sintomi che sperimenta un melissofobico, se a contatto con questi insetti, variano in base all’intensità e gravità della fobia stessa, ma generalmente I più comuni sono:

* aumento del battito cardiaco

* sudorazione

* palpitazioni

* ansia

* perdita di lucidità momentanea

* forte paura/terrore

* panico

Le reazioni generalmente a questi sintomi sono la fuga instantanea, il cercare riparo da qualche persona o allontanandosi parecchio e il proteggersi le parti più sensibili (come viso, orecchie, collo ecc.) con le mani o con qualche oggetto considerato “difensivo”.

Trattamento

Per trattare la melissofobia la soluzione più efficace è quella di rivolgersi ad un terapeuta esperto (meglio se con esperienza pregressa nel trattamento delle fobie).

Insieme inizierete un percorso, volto a lavorare sia sull’origine della vostra paura, sia sul significato che attribuite alle api, che su aspetti pratici che vi permettano gradualmente di affrontare la vostra fobia a viso aperto.

Le terapie al momento più indicate sembrano essere: la terapia breve strategica, la terapia cognitivo-comportamentale e la terapia dell’esposizione.

Affidatevi ad una persona competente che saprà scegliere per voi il percorso migliore per combattere e sconfiggere la vostra melissofobia!

Un saluto da SplendidaMente!